S. Teresa. Fuga da “Sicilia vera”, mollano in 5

Nel tg 90 del 3 gennaio servizio con intervista all’ex consigliere Sandro Garufi S. TERESA DI RIVA – C’è fermento negli ambienti politici di S. Teresa di Riva. Dopo l’avvicendamento in giunta tra Nino Santoro e Carmelo Sturiale, a tenere banco è la nascita di un nuovo gruppo, per lo più composto da ex consiglieri comunali di minoranza. Persone vicine alle posizioni dell’ex sindaco Nino Bartolotta che, delusi, hanno deciso di rompere con il passato e intraprendere un nuovo cammino politico. A svuotarsi è il movimento “Sicilia Vera”. Hanno lasciato  il gruppo di Nino Bartolotta  Jhonny Crisafulli, Nino Prestipino, Sandro Garufi, Alessandro Fleres e Salvatore Bucalo proposto come candidato sindaco dall’on. De Luca e poi candidato non eletto nella lista di “Sicilia Vera” alle amministrative del 2007. Bucalo sta veleggiando verso An, precisamente verso le posizioni dell’on. Carmelo Briguglio. Ciò che ha destato maggiormente scalpore è la dura presa di posizione di Prestipino, Crisafulli e Garufi, in virtù del loro passato di fedelissimi di Bartolotta. Ma che qualcosa non andasse più per il verso giusto si era capito già qualche settimana dopo le elezioni amministrative. Anzi, la bocciatura di quei consiglieri fedelissimi a qualcuno apparve anche sospetta. Intanto, se Bucalo veleggia verso An, il resto dei fuoriusciti da Sicilia Vera sarebbero pronti ad approdare all’Mpa, sulel posizioni dell’on. Lo Monte, anche se in questa direzione non vi sono conferme ufficiali. Ci sarebbero anche contatti con Forza Italia e non solo. I giochi, insomma, sono aperti e addirittura c’è chi sostiene che in virtù dei risultati che raccogliera il neo gruppo alle prossime elezioni provinciali potrebbero anche essere rivisti gli equilibri politici dell’attuale amministrazione comunale. D’altronde o contatti con il sindaco Alberto Morabito non mancano. Così come non mancano quelli con la minoranza. Ed in questa direzione c’è da dire che si potrebbero presto registrare nuove defezioni in seno a “Sicilia vera”, proprio tra i consiglieri che compongono la squadra di opposizione. Ed in questo contesto, potrebbe avere un ruolo anche l’on. Carmelo Briguglio che a quanto pare sarebbe in piena campagna acquisti che, se dovesse andare in porto, potrebbe regalargli un consigliere comunale prima del giro di boa della legislatura, quando, secondo gli accordi elettorali, era previsto l’ingresso di un suo uomo nell’amministrazione santateresina. Al momento ciò che è certo è che l’amarezza di quanto hanno lasciato il gruppo Bartolotta è tanta, al punto che in una intervista rilasciata a Tele 90 l’ex consigliere comunale Sandro Garufi ha dichiarato che la mozione di sfiducia al sindaco Carlo Lo Schiavo fu un errore e che se tornasse indietro non la rifirmerebbe.

Leave a Response