Taormina, le priorità del commissario La Mattina

TAORMINA – Una giornata di intenso lavoro quella dell’insediamento del neo commissario al Comune di Taormina, Antonino La Mattina. Nella mattinata l’arrivo e l’accoglienza a Palazzo dei Giurati. Nel pomeriggio, e fino a tarda sera, un lungo incontro con i dirigenti, una conferenza di servizio con tutti i dirigenti di settore, per stabilire le priorità da affrontare. Finita la riunione, la notizia di un grave lutto familiare lo ha richiamato a Palermo e gli altri incontri di rito, quelli istituzionali a partire da quello con il Prefetto, in programma a partire da oggi, sono statio rinviati.
Il commissario straordinario incaricato dalla Regione a sovrintendere la “vacatio” istituzionale determinata dalla prematura scomparsa del sindaco Carmelantonio D’Agostino, al momento del suo arrivo si è detto pronto ad affrontare la “missione” alla quale è stato chiamato «e se necessario – ha sottolineato – lavorerò anche 13-14 ore al giorno, perché non sono certo venuto in vacanza o per starmene con le mani in mano ». La sua sarà «una reggenza all’insegna del fare» come lui stesso ha voluto definirla. La Mattina, al suo primo giorno a Taormina, ha preannunciato che possono considerarsi azzerate commissioni, incarichi e consulenze, nomine fiduciarie e sottogoverni. Almeno per il momento, in attesa che lui possa avere un quadro esatto della situazione e di conseguenza poter valutare eventuali proroghe o riconferme.
Antonino La Mattina è stato accolto dal vicesindaco Eligio Giardina, dagli assessori uscenti e dai consiglieri comunali. E tra Giardina e La Mattina ha avuto luogo il tradizionale passaggio di consegne. I due si sono quindi intrattenuti a colloquio sulle condizioni in cui versa Taormina.
«Sono venuto qui con tanto entusiasmo – ha dichiarato La Mattina – e vorrei intanto ringraziare pubblicamente il presidente della Regione, Salvatore Cuffaro, che mi ha scelto  per amministrare Taormina. Intendo collaborare attivamente col Consiglio comunale”.
Sul tavolo, la gestione della piscina comunale, i rapporti con l’Asm, tutti da chiarire, il contenzioso impresilo e la necessità di predisporre in tempi celeri il Piano triennale delle opere pubbliche ed il Bilancio. La Mattina intende raggiungere gli obiettivi attraverso la valorizzazione dei dirigenti di settore.

Leave a Response