Forza d’Agrò. Frana via Vignale, 20 famiglie isolate

Nel TG90 del 2 gennaio servizio con interviste FORZA D’AGRO’ – Capodanno in “isolamento” per 20 famiglie di Forza d’Agrò, in seguito ad una frana di notevoli dimensioni che ha ostruito via Vignale dopo aver distrutto quattro auto parcheggiate lungo l’arteria che conduce alle case popolari e al cimitero. Le auto travolte dalla frana e schiacciate dai massi sono l’Opel Calibra di Santino Curcuruto, la Peugeot di Giuseppe Stracuzzi, la Fiat Uno di Simona Curcuruto e la Fiat Panda di Carmelo Scandurra.
 Dalle 18,45 del 31 dicembre lungo via Vignale non è possibile transitare in auto e da oggi, in seguito ad una ordinanza dell’ufficio tecnico comunale, è stato vietato anche il transito ai pedoni. Le venti famiglie in isolamento sono anche senz’acqua da due giorni. Fortunatamente non si sono registrati danni a persone. E solo la fortuna ha scongiurato una tragedia.
Due massi, uno stimato intorno ai 50mila kg e uno più piccolo, si sono staccatti da costone roccioso posteteriore sottostante il castello, abbattendosi nel tratto di strada provinciale che conduce verso il cimitero di Forza d’Agrò.
Sul posto, la stessa sera della vigilia di Capodanno, sono intervenuti i tecnici comunali, la protezione civile, i vigili del fuoco e i carabinieri. E’ bastato un breve monitoraggio per rendersi conto della gravità della frana che nella zona da cui si sono staccati i massi è ancora in movimento.
I tecnici hanno evidenziato che la frana non dovrebbe mettere a rischio la zona delle case popolari, mentre si è reso necessario inibire al passaggio di persone e mezzi nel tratto di strada colpito dall’evento calmitoso.
L’ufficio tecnico comunale sta lavorando per trovare un percorso alternativo che consenta di raggiungere la zona delle case popolari.
Dei fatti accaduti, sono stati subito informati la protezione civile, la Provincia, la Prefettura di Messina, ed il dr. Giovanni Arnone, responsabile del servizio geologico dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente. Stamani, è stato effettuato un altro sopralluogo alla presenza del tecnico comunale Sebastiano Stracuzzi, del comandante dei vigili urbani e dell’ingegnere della Protezione civile Rosario Oliva.

Leave a Response