S. Teresa. Costituito il Polo catastale

S. TERESA – Costituito il polo catastale di S. Teresa di Riva. L’atto è stato sottoscritto dai sindaci e degli assessori delegati dei comuni di Ali, Ali Terme, Antillo, Casalvecchio Siculo, Fiumedinisi, Forza D’Agro’, Furci Siculo, Gallodoro, Itala, Limina, Mandanici, Nizza di Sicilia, Pagliara, Roccaflorita, Roccalumera, S. Alessio Siculo, Santa Teresa di Riva, Savoca e Scaletta Zanclea. A partire dal 2008, il nostro comprensorio potrà dunque aprire, in via sperimentale per un anno, ed in seguito in via definitiva il Polo Catastale comprensoriale che comprenderà i diciannove comuni dell’hinterland jonico che vi hanno aderito.
Potranno così essere assunte parzialmente le funzioni del catasto. A S. Teresa di Riva, già sede di sportello catastale dal maggio 2004, per visure catastale ed estratti di mappa di tutto il territorio nazionale, si potranno presentare allineamenti,volture catastali nonché aggiornamenti del catasto terreni e del catasto fabbricati.
Ciò renderà più facile ai cittadini del comprensorio che avranno a disposizione un’unità di consultazione con cui poter dialogare e risolvere le problematiche catastali in tempi brevi.
Il Polo Catastale sarà uno strumento che darà la possibilità di avere una visione più ampia del nostro comprensorio dove si potranno interfacciare gli strumenti urbanistici con le mappe catastali, reinserire o evidenziare percorsi di valore storico artistico e paesaggistico nelle mappe catastali, ottimizzare i punti fiduciali, nonché essere organo attivo di controllo territoriale con cui avere interscambi atti ad una migliore e più facile bonifica del territorio anche ai fini fiscali per un migliore e più equo gettito fiscale degli enti locali.
Particolarmente soddisfatti il Sindaco di S.Teresa di Riva (comune capofila) Alberto Morabito e l’assessore Natale Rigano che si sonod etti consapevoli e fiduciosi che il Polo Catastale rappresenterà per tutti i cittadini del comprensorio un importante punto di riferimento.
“A mio avviso” ha dichiarato il geom. Antonino Fleri, office manager del Polo Catastale, “il consorziarsi come nel caso del Polo catastale è fondamentale. Ciò ha dato la forza al comprensorio, catastalmente formato da circa 56.790 unità, di essere preso in considerazione sia dall’Anci Sicilia che dall’Agenzia del Territorio. Il polo di S. Teresa di Riva – ha spiegato Fleri – può essere da traino per altre realtà che in seguito percorreranno la medesima strada nel 2009, prossima scadenza per formare nuove realtà di tipo catastale.”

Leave a Response