L’on. De Luca: Bilancio dell’Ars? Scippo ai siciliani

”Mi vergogno di partecipare ai lavori d’aula perché non posso avallare una variazione di bilancio che ha il sapore dell’ultimo assalto alla diligenza”, Lo ha detto il deputaqo regionale Cateno De Luca, che ha aggiunto  che il Bilancio regionale è in ”palese contrasto con le più elementari norme costituzionali e finanziarie che il Presidente Miccichè e il commissario dello Stato dovrebbero salvaguardare per evitare l’ulteriore spallata alle dissestate finanze regionali”.
L’on. De Luca ha poi aggiunto che ”la variazione di bilancio varata dalla Commissione Bilancio dell’Ars è un ulteriore saccheggio trasversale nei confronti del popolo siciliano”. 
“Rispetto al testo iniziale – ha rilevato De Luca – formato da 11 articoli con una variazione di spesa di 137,348 milioni di euro, si è giunti ad un testo omnibus di 115 articoli con una variazione di spesa di 165 milioni di euro, con ulteriori 30 articoli per altri cinque milioni di spesa contenuti nel maxiemendamento che il governo sta definendo per “acquisire” altri voti in aula.
”Soltanto la Legge Finanziaria può prevedere – ha concluso l’on. De Luca –  incrementi di spesa per gli anni successivi e invece questa variazione di bilancio contiene, oltre ai 30 milioni di euro di regalie per l’anno 2007 anche incrementi di spesa per gli anni 2008 e 2009 per oltre 40 milioni di euro.

Leave a Response