S. Teresa. Scontro politico sulle luminarie natalizie

S. TERESA – Scoppia il caso luminarie natalizie a S. Teresa di Riva. L’opposizione ha scoperto che l’incarico per gli addobbi luminescenti non avrebbe copertura finanziaria perchè non ci sarebbe stato alcun appalto o affidamento. E grida allo scandalo con una interrogazione in cui, oltre a diffidare funzionari e dirigenti comunali a «indebite regolarizzazioni a posteriori», pone nove quesiti al sindaco. Morabito replica che si tratta di una tempesta in un bicchier d’acqua. L’affidamento – secondo il sindaco – è stato effettuato nel rispetto delle regole, nessuna illegittimità né turbativa d’asta.
I fatti. Martedì è cominciata la messa in opera delle luminarie natalizie nelle principali strade e su tutte le piazze, l’opposizione ha accertato che non c’era stato alcun appalto e che nulla era riportato nel registro delle determine sindacali e dirigenziali per gli affidamenti diretti. Da qui l’interrogazione firmata da Fabio Palella, Danilo Lo Giudice, Vittorio Chillemi e Roberto Moschella. Nell’interrogazione i consiglieri chiedono, tra l’altro la sospensione dei lavori e la indizione di una gara di appalto con l’invito a tutte le ditte di S. Teresa che ne hanno i requisiti a presentare una offerta. Il documento ispettivo è stato inviato al sindaco, al segretario generale, ai dirigenti delle tre aree interessate e per conoscenza al prefetto e all’assessore regionale alle Autonomie locali. Il sindaco Morabito ha spiegato che si tratta di un affidamento diretto con determina dirigenziale per una spesa di circa 11mila euro, e che la ditta è stata scelta per la sua professionalità e la valenza artistica del progetto proposto. La somma necessaria è stata affidata il 4 dicembre e la determina è già stata firmata, anche se al momento del “blitz” dell’opposizione in municipio non lo era. «Per un piccolo ritardo degli uffici» ha aggiunto Morabito.

Leave a Response