Taormina. Terrazza con giardino di droga

TAORMINA – Aveva trasformato il sottotetto della propria abitazione in una serra per la coltivazione delle piante di cannabis, la pianta da cui si ricava la marijuana e l’hascisch, ma è  stato scoperto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Taormina. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è finito in manette Angelo Previti, 52 anni, noto commerciante della Capitale del turismo siciliano. Da giorni era tenuto sotto controllo dai militari che avevano notato “strane presenze” all’interno della sua attivita commerciale. A  seguito della perquisizione eseguita presso la propria abitazione, con il prezioso ausilio del cane antidroga eddy, appartenente allo speciale nucleo cinofili dei carabinieri che ha sede a Nicolosi,   l’uomo è stato trovato in possesso di 20 grammi di cocaina. I carabinieri dopo il rinvenimento della cocaina hanno esteso l’ispezione  nella mansarda dell’abitazione, trasformata in vera e propria serra per la coltivazione della cannabis. Immediatamente sono scattale le manette ai polsi del commerciante (al quale sono stati concessi i domiciliari) che a seguito di udienza di convalida, tenutasi presso l’ufficio del gip del tribunale di Messina,  dovra’ rispondere del reato di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti. L’indagine coordinata dalla Procura della repubblica presso il tribunale di Messina  dovra’ accertare la qualita’ e le dosi ricavabili dello stupefacente sequestrato.  Accertamenti tecnici che sono stati conferiti ai carabinieri del ris – sezione chimica – di Messina.

Leave a Response