Messina. Sciopero trasporti, adesione massiccia

Adesione pressoché totale allo sciopero dei trasporti tra i lavoratori delle Ferrovie. I dati in possesso della Fit Cisl parlano dell’adesione totale del 100% tra il personale di manovra e quello della navigazione con treni e navi ferme. Si è registrata l’adesione dell’80% nel settore delle Infrastrutture e della circolazione del Treno. Un’adesione massiccia stretto – hanno affermato il segretario provinciale della Fit Enzo Testa e il segretario provincia del settore ferrovie della Fit Michele Barresi –  che conferma come lo sciopero contro il Governo, che ha dimostrato di non avere un piano strategico e le risorse adeguate per migliorare i trasporti sia particolarmente sentito, nell’area dello Stretto. I ferrovieri messinesi si sentono vittime del mancato disegno di sviluppo del Governo. La vertenza Stretto per il potenziamento della flotta e del sistema di attraversamento, per la riorganizzazione del nodo ferroviario messinese, per il rilancio della rete ferroviaria e del ruolo produttivo delle officine delle ferrovie sono rivendicazioni che stanno tutte dentro la giornata di lotta nazionale contro il disimpegno delle ferrovie. E il fallimentare e deludente incontro al ministero dei Trasporti sulla vertenza Stretto dimostra che la mobilitazione va rilanciata e, anzi, deve essere assunta come emergenza ed elemento di mobilitazione nazionale”.
All’Atm, questa mattina, dopo la copertura della fascia di garanzia dalle 6.30 alle 9.30, sono rientrati 27 bus su 58 in circolazione e 6 vetture del tram su 9 in circolazione. Hanno aderito allo sciopero tutti gli ausiliari del traffico iscritti alla Fit Cisl.

Leave a Response