Taormina. Frazioni senza posta, esplode la protesta

TAORMINA – Una grossa parte dei cittadini di Taormina è tagliata fuori dal piano di distribuzione della posta. Si tratta, soprattutto, di quanti risiedono nelle due grandi frazioni di Mazzo e Trappitello. Nelle due frazioni risiedono quasi 4000 dei 10.800 residenti a Taormina.
E’ quanto emerge da una dura presa di posizione dell’amministrazione comunale che ormai da diversi mesi, cerca di pressare la direzione provinciale delle Poste Italiane a  sanare una situazione che, nel tempo, si è fatta veramente grave. La posta, a Mazzeo e Trappitello, viene distribuita, ormai da quasi un anno, a singhiozzo. Ad un periodo di normalità segue uno di blocco totale.
Dopo le segnalazioni notificate nell’estate appena trascorsa, alla direzione provinciale delle poste, oggi, il vice sindaco di Taormina, Eligio Guardina, ha inviato un nota di protesta ufficiale al Prefetto di Messina, alla direzione nazionale, a quella provinciale ed all’ufficio di Taormina di Poste Italiane.
 “Quest’amministrazione – scrive Giardina – segnala che parecchi cittadini di questo Comune, comprese le frazioni di Trappitello e Mazzeo, lamentano la mancata consegna della corrispondenza. Tale disguido ha risvolti di varia natura, specie per le attività commerciali presenti sul territorio. Si richiede, pertanto, l’immediato ripristino del servizio di recapito all’utenza e di essere informata sulle motivazioni che l’hanno causato”.

Leave a Response