Doppio incarico deputati. L’Udc: ‘legge va modificata’

“Il segretario regionale dell’Udc on. Saverio Romano, dopo un lungo e inspiegabile silenzio, ha dichiarato che la legge approvata l’8 agosto 2007 dall’Assemblea regionale siciliana sulle “Norme in materia di ineleggibilità e di incompatibilità dei deputati regionali”, deve essere modificata in quanto non condivide la possibilità del doppio incarico del deputato regionale con il ruolo di presidente della Provincia o di Sindaco di un Comune con popolazione superiore a 20 mila abitanti. Finalmente, dichiara l’on. De luca, uno dei principali sponsor di questa norma ha platealmente e pubblicamente manifestato la propria conversione. Invito, continua l’on. De Luca, il segretario regionale dell’Udc a far sottoscrivere ai parlamentari regionali del suo partito il quesito referendario di iniziativa parlamentare, già depositato presso la segreteria generale l’8 novembre scorso, al fine di evitare l’entrata in vigore di questa legge truffa e così, conseguenzialmente, costringere l’intera Assemblea a correggere questa “porcheria legislativa”  entro il 20 febbraio 2008, data di sicura celebrazione del referendum popolare.

 

”Sicuramente, prosegue l’on. De Luca, l’autorevole intervento dell’on. Saverio Romano eviterà al popolo siciliano di spendere oltre 3 milioni di euro per celebrare il referendum, ma l’on. Romano sa bene che, senza l’indizione del referendum, l’Assemblea regionale siciliana non ridiscuterà più questa norma, in quanto oltre 25 parlamentari, di maggioranza e di opposizione, sono personalmente interessati a fare entrare in vigore questa legge poiché sono potenziali candidati alle prossime elezioni amministrative di maggio 2008 già indicati dalla casta politica regionale. Mi auguro, conclude l’on. De Luca, che finalmente in Sicilia emergano i numerosi Zaccheo che ad oggi hanno agito sotto le mentite spoglie di Ponzio Pilato”.

Leave a Response