Messina. Sbarco clandestini, arrestati quattro scafisti

MESSINA – Sono stati arrestati i quattro scafisti al comando del peschereccio di clandestini che ieri pomeriggio è approdato al porto di Messina. L’accusa è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Da ogni extracomunitario avrebbero ricevuto un compenso di 3mila euro. Intanto, 31 degli 85 clandestini, che hanno trascorso la notte in un padiglione della Fiera di Messina, sono stati identificati dalla polizia. Nel pomeriggio sono stati trasferiti a Bari da dove saranno rispediti nei loro paesi d’origine.
Il peschereccio con gli extraxcomunitari a bordo era stato intercettato ieri pomeriggio a largo di Nizza di Sicilia.Non è improbabile che la rotta sia stata determinata da un guasto al motore che ha causato l’avaria dell’imbarcazione, poi trascinata in prossimità della costa messinese dal forte vento.
L’allarme era scattato nella tarda mattinata di ieri. Erano intervenuti i natanti della Capitaneria e dei carabinieri, che hanno raggiunto ed agganciato il barcone dei clandestini. Ad attenderli nella città dello Stretto, al molo Colapesce, dove sono sbarcati, c’erano uomini della polizia, dei carabinieri, della Capitaneria e della Protezione civile che li hanno rifocillati con delle bottiglie d’acqua. Erano stremati per la stanchezza, al culmine di un viaggio trasformatosi in Odissea.

Leave a Response