Ballistreri: “In Finanziaria i soldi per l’alluvione”

PALERMO – Sul disastro provocato dall’alluvione nella zona sud di Messina e di alcuni comuni jonici della sua provincia, interviene l’on. Maurizio Ballistreri, che parla parafrasando Gabriel Gàrcia Màrquez di “Cronaca di un disastro annunciato”.
Per il deputato regionale socialista “ancora una volta siamo di fronte all’ennesimo evento “eccezionale” che di eccezionale ha soltanto l’inefficienza e l’impreparazione del sistema dei soccorsi nel mobilitarsi per garantire la sicurezza dei cittadini, che solo per fortuna non ha avuto conseguenze nefaste”. Per Ballistreri le cause vanno ricercate in “una dissennata politica forestale, una cieca politica urbanistica, la totale assenza di una pianificazione dei bacini idrici e di tutela dei corsi d’acqua, uniti alla mancanza di adeguati strumenti di controllo e monitoraggio ed è sufficiente guardare – prosegue il deputato all’ARS – quale è la condizione delle zone colpite da smottamenti in queste ore, per capire che delle vere piogge alluvionali potranno avere un impatto devastante su quei terreni e su quei costoni rocciosi; è sotto gli occhi di tutti che senza urgentissimi interventi si rischia di avere non più e non soltanto del fango che invade alcune strade o la ferrovia ma di avere delle vere frane e delle vere esondazioni incontrollate”. L’on. Ballistreri, che ha già presentato un’interrogazione urgente al presidente della Regione per chiedere immediati interventi, proporrà di inserire nella prossima Legge Finanziaria regionale stanziamenti per i danni subiti, in primo luogo quelli dei privati cittadini, dalla fascia jonica messinese.

Leave a Response