S. Teresa. I monasteri basiliani nel Valdemone

S. TERESA DI RIVA – E’ iniziato venerdì scorso, nella Villa Ragno-Crisafulli di S.Teresa di Riva il ciclo di conferenze “Riscopriamo il territorio, ricerchiamo un’identità”, organizzate da Archeoclub d’Italia, sede “Area Jonica”.
Ad aprire il ciclo è stata la presentazione di una tesi di laurea “I monasteri basiliani nel Valdemone”, con cui la giovane e brillante furcese, Viviana Micalizzi, si è laureata in Lettere presso l’Università di Catania.
La Micalizzi ha planato con leggerezza espositiva e dovizia di particolari sulla storia dei vari monasteri basiliani (Mili, Itala, Mandanici, S. Pietro e Paolo d’Agrò) che arricchiscono il patrimonio culturale del comprensorio jonico, portando gli spettatori, con l’ausilio anche di immagini, ad immergersi nel contesto storico, sociale e religioso in cui questi monasteri hanno preso corpo e si sono prima affermati, poi decaduti. Oggi vivono una stagione di riscoperta, ma necessitano di forti impulsi culturali per acquisire il posto che la loro grande valenza storica può consentire loro di occupare nel panorama del turismo culturale. La Micalizzi ha anche proposto “sinergie tra pubbliche amministrazioni, scuole ed università per creare figure professionali che conoscano bene la storia del territorio e possano trasmetterla sia in funzione culturale che in funzione turistica. Perché – ha aggiunto la Micalizzi – i nostri monasteri sono dei veri e propri musei a cielo aperto”.
Il ciclo di conferenze proseguirà il 9 novembre, alle 19, con una conversazione con Giuseppe Cavarra e Nino Calabrò e la presentazione del romanzo breve “Un sogno Normanno”.
Il 23 novembre, Conversazione con Marcello Saja (esperto di emigrazione) e Francesca Gullotta (docente di filosofia) su “I caratteri dell’emigrazione: il Museo dell’area Jonica”.
Ultimo appuntamento, il 7 dicembre, con Grazia Magazzù e Cosimo Triolo che illustreranno i “Repertori natalizi di tradizione orale” nella musica popolare del comprensorio.

Leave a Response