Messina. Appicca incendio per vendetta: arrestato

MESSINA – I carabinieri della Compagnia di S.Agata Militello hanno arrestato Antonino Pintagro, pregiudicato 45enne, raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP presso il Tribunale di Patti. I fatti, che risalgono alla nota “emergenza incendi boschivi” dell’estate appena trascorsa, che ha martoriato vaste aree dell’intero territorio nazionale e, segnatamente, la zona montana dei Nebrodi nel nostro caso, all’epoca hanno avuto una vastissima eco, anche in considerazione delle vittime dell’agriturismo di Patti.
Relativamente all’arresto effettuato dai militari dell’Arma della Compagnia di S.Agata Militello, il verosimile movente che ha animato la mano dell’incendiario sarebbe stato individuato in un dissidio, di recente insorto all’interno dello stesso nucleo familiare, per ragioni di interessi economici relativi ad appezzamenti di terreno contigui. Per tali motivi, l’odierno arrestato avrebbe percorso una strada interpoderale che conduce ai fondi boschivi e, in due distinti punti, avrebbe arrestato la marcia del proprio fuoristrada quindi, tramite un innesco, poi rinvenuto incenerito e  composto da un filtro di sigaretta con dei cerini, avrebbe dato fuoco alla sterpaglia, agevolato anche dal vento che ha garantito il veloce propagarsi delle fiamme, fin quasi a lambire alcune abitazioni residenziali e diverse case di villeggiatura. Il pericolo è stato poi scongiurato grazie all’intervento dei Carabinieri, dei vigili del fuoco di S.Agata Militello, coadiuvati da personale del Corpo Forestale Regionale e da un Canadair.
La gravità del fatto contestato al Pintagro e che mette in risalto la sua fredda determinazione nel portare a compimento il suo proposito delittuoso, riguarda la circostanza che il fuoco è stato appiccato in due distinti punti. Attraverso tale espediente, l’arrestato ha voluto crearsi la certezza che le fiamme non solo non si sarebbero estinte ma, addirittura, avrebbero trovato la strada per propagarsi fino a mettere in serio repentaglio l’incolumità dei residenti e dei villeggianti della zona.

Leave a Response