Messina. Droga, sgominata banda di insospettabili

MESSINA – I carabinieri della compagnia Messina Sud hanno stroncato un mercato della droga parallelo a quello della mafia, nell’ambito di una operazione scattata stamani, denominata “Vaporetto”.
Nove le persone arrestate: Giovanni Di Paola, 24 anni; Goffredo Tortorella 46 anni; Vincenzo Burrascano, 19 anni; Benito Taglieri, 25 anni; Consolato Campagna, 22 anni; Vincenzo Costantino, 43 anni e Giuseppe Papa, 23 anni. Due le persone finite agli arresti domiciliari: Domenico Leonardi, 23 anni e Tindaro Caminiti, 21 anni. Le accuse nei loro confronti sono di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip Maria Teresa Arena su richiesta del Pm Paola Santangelo della Procura di Messina. Si tratta di persone di famiglie perbene, che confezionavano e spacciavano droga di ultima generazione. Il lavoro degli investigatori è stato certosino e complesso in quanto l’organizzazione si è avvalsa di persone sconosciute alle forze dell’ordine. Agli arresti di oggi, infatti, si è giunti al termine di laboriose indagini avviate nel maggio del 2006.
 Gli arrestati, secondo gli inquirenti, operavano in un’are tra  Minissale e Provinciale.
Oltre alle droghe tradizionali, il gruppo vendeva anche lo “skunk”, una droga venti volte superiore alla marijuana ricavata da una pianta.

Leave a Response