Taormina. Si conclude stasera il ”Sinopoli Festival”

TAORMINA – Applausi a scena aperta per gli ultimi due concerti del Sinopoli Festival 2007, eseguiti ieri sera al Palazzo dei Congressi.  La rassegna, la cui terza edizione si conclude oggi, ha proposto la superba performance concertistica della Sinopoli Chamber Orchestra, realizzata in coproduzione con la Biennale di Venezia e con il Conservatorio Arcangelo Corelli di Messina, su composizioni dei Francesco Pennisi. Al compositore siciliano il Festival, che ricordiamo è promosso dal Comitato Taormina Arte e sostenuto dall’Assessorato Regionale Turismo, ha reso omaggio con una prestigiosa mostra di acquarelli e disegni. Nella scaletta dello spettacolo, presentato, in prima il 13 ottobre, proprio dalla Biennale di Venezia,  Medea dixit da un frammento di Ovidio, La Pietà da una lirica di Alda Merini, Cartolina all’ombra del faggio, Se appare il dubbio, The wild Swans da una lirica di W.B.Yeats e D’après, omaggio a Pennisi di Robert Mann. A guidare la Sinopoli Chamber Orchestra, Fabio Maestri, direttore d’orchestra, pianista e clavicembalista fra i più apprezzati nel panorama internazionale. Voce d’eccezione dei brani, il soprano Elizabeth Norberg-Schulz, cantante norvegese di madre italiana, che si è più volte esibita nei teatri più importanti del mondo, sotto la direzione di grandi direttori d’orchestra, tra i quali lo stesso Sinopoli.
Altro appuntamento all’insegna della musica d’autore, che ha proposto, la magia delle sonorità di Sinopoli (Sonata per pianoforte), Franz Schubert (4 improvvisi) e Ludwig Van Beethowen (Sonorità op. 109/110) è stato il concerto di Andrea Lucchesini.  Una performance impeccabile, di assoluto spessore, quella del musicista nativo di Massa. Lucchesini, che si è confermato un raffinato pianista: magistrale esecutore ma anche un grande studioso della musica, ed è questa una forte affinità con il maestro Sinopoli e con lo spirito del Festival.

Leave a Response