Consorzio Quasimodo, Mastroeni replica a Lombardo

ROCCALUMERA – In merito al comunicato stampa pubblicato dal nostro giornale il 30 settembre a pag. 48 sotto il titolo «Si chiede chiarezza sulla gestione dei fondi pubblici gestiti da privati – Consorzio Quasimodo, esplode la polemica, riceviamo una nota dell’avv. Sergio Mastroeni, presidente del Consorzio “La terra impareggiabile di Salvatore Quasimodo” del quale pubblichiamo solo uno stralcio poiché la rimanente parte non ha attinenza alcuna con quanto riportato da “Gazzetta del Sud”. Mastroeni precisa che l’istanza di Lombardo finalizzata ad ottenere copia documentale dell’attività del Consorzio e delle relative somme di denaro pubblico utilizzate dallo stesso Consorzio è stata rigettata in «quanto illecitamente formulata e si è espressamente invitato il consigliere provinciale a riproporre l’istanza nella forma di legge, avendo in tal modo tutte le copie del caso. Con la presente il sottoscritto – si legge nella nota di Mastroeni – precisando che ritiene di dover dare accesso nel rispetto delle regole, ribadisce l’invito alla corretta formulazione della richiesta, così come previsto dalla vigente normativa e al contempo assicura che la stessa sarà ampiamente e pubblicamente onorata». Mastroeni precisa inoltre che il Consorzio ha consegnato la propira rendicontazione a Palermo il 28 febbraio 2007
Con la replica dell’avv. Mastroeni, per quanto ci riguarda, riteniamo chiusa la vicenda.

Leave a Response