Scaletta Zanclea, 24enne in manette per droga

SCALETTA ZANCLEA – Nel corso di una perquisizione domiciliare, i carabinieri della Compagnia Sud, hanno arrestato Giorgio Gullifa, 24 anni, nato a Messina e residente a Scaletta Zanclea. I militari della Compagnia Sud, collaborati per l’occasione dall’unità cinofila dei carabinieri di Nicolosi (Ct), hanno rinvenuto un cospicuo quantitativo di   “hashish”, all’interno dell’abitazione di Gullifa. In particolare, grazie all’aiuto ed al fiuto del cane Max, i carabinieri hanno rinvenuto nella stanza da letto, ben avvolta in della carta stagnola, poco meno di 60 grammi della sostanza “verdastra”. La droga rinvenuta, che era in parte suddivisa in dosi, si presentava avvolta in diversi strati misti di cellophane e carta stagnola e ciò, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, al fine di eludere un facile rinvenimento anche da parte delle unità cinofile. Sempre nel corso della perquisizione domiciliare, poi estesa anche all’autovettura in possesso del giovane, i militari dell’Arma, hanno rinvenuto tutto il materiale (cellophane e carta stagnola) utilizzato per confezionare le singole dosi di stupefacente, materiale questo contenuto in uno sgabuzzino adiacente la camera da letto. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio, Gullifa è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Messina Gazzi.
Il sequestro della sostanza stupefacente e l’arresto sono giunti dopo diversi e scrupolosi controlli dei carabinieri della stazione di Scaletta Zanclea e  del Nucleo operativo della compagnia Messina sud, avevano notato l’aumento tra i consumatori dell’uso di “hashish”. In particolare, nel corso di alcune perquisizioni personali, effettuate nella piazza principale del paese e sul lungomare del comune di Scaletta, i carabinieri avevano rinvenuto dei piccoli quantitativi di sostanza stupefacente, riconducibili ad un uso personale, per cui avevano proceduto a segnalarne gli assuntori. Sulla scorta di tali riscontri, i militari dell’Arma, hanno effettuato diverse perquisizioni personali e domiciliari.

Leave a Response