L’on. Beninati incontra le associazioni dei pescatori

PALERMO – Le problematiche della pesca sono state affrontate questa mattina nel corso di un incontro tenutosi all’assessorato regionale alla Pesca, tra l’assessore regionale on. Antonino Beninati e le varie associazioni di categoria.
Al tavolo dell’assessore, i rappresentanti di Unicoop, Agci, Legacoop, Unci, Federpesca, Federcopesca e dei sindacati unitari Cgil-Cisl e Uil.
Nei vari interventi è stata evidenziata la situazione di grande difficoltà del settore in tutte le aree siciliane e si è lamentata una scarsa sinergia tra la categoria dei pescatori e il Dipartimento Pesca. In particolare ci si è soffermati sui ritardi – non collegati comunque alla Regione – per il pagamento del fermo biologico 2005-2006, sulla mancanza di dialogo sui Piani di gestione, sulla mancata definizione del Fep, sulla limitata possibilità di ottenere delle risorse per la ristrutturazione di aziende in crisi, e sui fondi legati agli Accordi di Programma, che ancora non vengono messi a disposizione dei pescatori. Ed ancora del fenomeno della mucillagine, della concorrenza della marineria tunisina, delle ferree regole della burocrazia che spesso riesce a mettere in ginocchio l’intero settore.
L’assessore Beninati ha preso atto della situazione, recependo tutti i malumori e le lamentele e si è impegnato ad assicurare una decisa inversione di rotta, proprio per privilegiare in modo assoluto – ha detto – un settore che rappresenta un segmento importante dell’economia siciliana.
“Tutte le azioni di programmazione che questo Assessorato porterà avanti nel comparto della pesca saranno concordate preventivamente con le associazioni, al fine di seguire un percorso comune, e quindi di concertazione, che sia finalizzato a privilegiare le necessità dei pescatori”. L’assessore ha quindi invitato le associazioni di rappresentanza della categoria a formulare delle proposte finalizzate ad un aiuto finanziario esclusivamente ai pescatori per la promozione del pescato siciliano.
In merito al Fep ha dato la massima disponibilità a concertare sinergicamente con le stesse associazioni la ripartizione dei fondi all’interno di ciascun asse.
L’assessore Beninati infine  ha assicurato che diramerà una direttiva al Dirigente generale sulle questioni salienti che sino ad oggi hanno determinato alcune discrasie nel rapporto Dipartimento–Associazioni.

Leave a Response