Guardie mediche, l’ass. Amadeo: “Congelare i tagli”

MESSINA – L’Assessore Provinciale alla Solidarietà Sociale, Pio Amadeo, che unitamente ad un nutrita delegazione di Sindaci, si è recato a Palermo per un incontro con l’assessore regionale alla Sanità, Roberto Lagalla, ha rappresentato le forti preoccupazioni per la soppressione dei presìdi di continuità assistenziale prevista per il prossimo 15 ottobre.
“Ferma è stata la protesta dei Sindaci, – dichiara l’assessore provinciale alla Solidarietà Sociale, Pio Amadeo – che si sono dichiarati indisponibili a qualunque interlocuzione che non abbia a partire da un urgente congelamento del provvedimento di soppressione dei presidi di Continuità Assistenziale.”
“L’obbligo istituzionale di sostenere i diritti delle comunità – continua l’assessore Amadeo – è risultato preminente rispetto ad ogni ragionevole convenienza, tanto da aver comunicato all’assessore Lagalla, dell’incontro odierno, anticipandolo con telegramma”.
“La sensazione palpabile di grande difficoltà – precisa l’assessore Amadeo – dà la misura di una scelta complessiva di politica sanitaria che certamente andrà rivisitata, ove i singoli protagonisti dei territori, si auspica, possano concertarne le strategie che trovano nelle popolazioni locali i primi destinatari”.
“Congelato il piano di rientro – conclude l’assessore – con ogni probabilità, la parola passerà all’Ars ed a questo punto, un tavolo provinciale di discussione seria sul futuro sanitario della provincia di Messina, risulta essenziale”.

Leave a Response