L’on. Ballistreri: “Bene la riduzione degli Ato”

PALERMO – “Era cominciata come una battaglia solitaria non seguita nemmeno da Ds e Margherita, quella per la riduzione degli Ato, e ora, finalmente, la nostra iniziativa ha stimolato una presa di coscienza anche da parte della maggioranza”. Lo dichiara, soddisfatto, il capogruppo di Uniti per la Sicilia all’Ars, Maurizio Ballistreri, autore di un ddl finalizzato a un drastico taglio degli Ato. “Il risparmio per le casse pubbliche sarà notevole – continua l’esponente dello Sdi – basti pensare ai 23 consigli di amministrazione cui non si pagheranno più gli onorari: 26 mila euro per consigliere e 70-80 mila per presidente, netti all’anno; nonché ai 23 amministratori delegati e agli altrettanti direttori generali che, fino a oggi, hanno pesato economicamente sulle casse della Regione e, dunque, sui cittadini”. “Ora – conclude Ballistreri – si potrà mettere mano al buco di 400 milioni, specialmente se si comincerà a procedere, così come per gli Ato, alla riduzione delle Asl e alla rimozione di direttori generali e manager, da sostituire con commissari ordinari, reperiti tra i funzionari regionali in servizio, praticamente a costo zero”.

Leave a Response