Regione. Ballistreri: “Legge finanziaria senz’anima”

PALERMO – Una legge finanziaria senza anima, o peggio, con l’anima della conservazione dell’esistente, che si limita a certificare lo stato di salute gravissimo dell’economia regionale e non assume  alcuna decisione drastica e di rigore.” Maurizio Ballistreri, capogruppo di Uniti per la Sicilia all’Ars e membro della Commissione Bilancio, boccia così la prima proposta di finanziaria depositata dal Governo. “Ciò che servirebbe – prosegue l’esponente dello SDI – è invece un
provvedimento di rigore, che tagli le spese inutili e superflue e razionalizzi il funzionamento degli enti in una ottica di efficienza e produttività.” “Credo che lo specchio di questa finanziaria – conclude Ballistreri – sia la presenza ancora una volta della cosiddetta Tabella H sui contributi, che è il paradigma dei costi e degli sprechi della politica.”

Leave a Response