Alì Terme. I premiati della Rassegna nazionale di corti

ALI’ TERME – Va al bolognese Vito Palmieri il premio per il miglior cortometraggio della prima edizione di “Jonio in corto”, rassegna organizzata dall’associazione culturale Jonio-Olimpia di Nizza di Sicilia. Il suo “Tana libera tutti”, una delicata storia d’amicizia tra bambini, ha convinto la giuria e il numeroso pubblico intervenuto nelle tre serate di proiezione, ospitate nella suggestiva cornice dell’hotel Terme Marino di Alì Terme. Al secondo posto si è classificato “Kamikaze” del romano Fabrizio Ancillai, che affronta con la giusta misura il tema del terrorismo palestinese, mentre al terzo “Noemi” del duo salernitano Ferro-Sibilia, divertente commedia ben scritta, diretta e soprattutto ben recitata. Miglior piazzamento, per quanto riguarda gli autori nostrani, il quarto posto di Sebiano Chillemi, 29enne di Itala, che con “Immagini di repertorio. Storia di Mircea Spiridon”, racconta, decontestualizzandola e rendendola universale attraverso l’uso del bianco e nero, una drammatica vicenda di lavoro nero. A “Oimarì” del riminese Alberto Guiducci, storia ad incastri ottimamente architettata, è andato invece il quinto e ultimo premio assegnato dalla giuria, formata da una decina di componenti, che ha passato al vaglio i 35 cortometraggi in programma. Decisamente soddisfatto per la riuscita dell’iniziativa, conclusa con un buffet di dolci a bordo piscina, il presidente dell’associazione Jonio Olimpia, Roberto Scala.

Leave a Response