Taormina. Cilona: “Dimissioni? E Perchè?”

TAORMINA – “Crisi del turismo taorminese? I numeri non portano a queste conclusioni”. Ha esordito così l’assessore al Turismo, Salvo Cilona, in una nota di risposta ad alcune critiche contro il suo operato. “Gli sterili attacchi ad personam –dice- li digerisco con difficoltà, consapevole che chi ricopre un ruolo pubblico è soggetto a critiche a volte anche feroci. Se vogliamo parlare di turismo, invece, è bene farlo in maniera seria”.
L’assessore fa esplicito riferimento a chi, come l’Mpa, ha chiesto ufficialmente le sue dimissioni.
“Dimissioni? E perchè? A proposito di dati statistici –spiega Cilona- abbiamo, è vero, dei segnali negativi negli arrivi che, però, vengono compensati da un soggiorno più lungo, rispetto al 2006, dei turisti negli alberghi. C’è poi da considerare che i mercati “emergenti” sono in evidente crescita. Mi riferisco a quello russo, che registra una crescita del 25 per cento, ed a quello giapponese, che riporta un + 2,76%. In merito al mercato italiano mi pare incredibile che chi fa critiche non sappia che in tutta Italia il movimento del turismo interno è in sofferenza a causa del difficile momento economico nazionale. Malgrado tutto –continua Cilona – per due mesi consecutivi, luglio ed agosto, le statistiche riferiscono di una crescita rispetto agli stessi mesi dell’anno scorso. Se questa è crisi…”.
A proposito di Isolabella  Cilona dice: “Sulla Riserva -come tutti sanno e così come ha precisato il vice sindaco Eligio Giardina ad “Uno Mattina”- purtroppo, il Comune non ha alcuna competenza malgrado quel sito sia uno dei simboli della città. L’amministrazione ha però, il merito di aver smosso le acque per arrivare ad una soluzione. Incontreremo il 29 settembre la Regione e la Provincia  per definire una gestione che veda, per la prima volta, la città di Taormina presente e protagonista in ogni momento in cui si prenderanno decisioni sull’Isolabella ed il suo futuro”.

Leave a Response