Taormina. Turista tedesca accoltellata sul Corso

TAORMINA – Brutta avventura stamane per una giovane turista tedesca. Un giovane l’ha aggredita con un coltello da cucina mentre stava passeggiando sul Corso Umberto. La donna è stata ferita, in maniera molto lieve, nella parte destra del collo. Tempestivamente soccorsa dall’equipaggio di un’ambulanza del 118, è stata trasportata all’ospedale “Sirina” dove è stata medicata. Le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione.
Le indagini dei Carabinieri e della Polizia di Stato, con i quali hanno collaborato i vigili urbani, immediatamente avvisati per telefono da un testimone oculare, sono riusciti, in pochi minuti, ad identificare l’autore dell’aggressione. Un giovane di Taormina la cui posizione si è presto complicata. Il giovane è stato fermato dai carabinieri perché ritenuto il presunto responsabile dell’aggressione, avvenuta stamattina, in piazza Duomo, di una turista tedesca di 48 anni. A Marco Cannizzaro, incensurato di 26 anni, di Taormina, queste le generalità dell’uomo, è stato formalmente contestato il reato di lesioni aggravate. Alla turista, i medici dell’ospedale “Sirina” hanno riscontrato una ferita da taglio alla parte destra del collo. E’ stata dichiarata guaribile in 40 giorni. La donna, però, ha rifiutato il ricovero. Ha preferito organizzare il suo rientro in patria per essere sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica. Marco Cannizzaro è stato fermato nella sua abitazione pochi minuti dopo l’accoltellamento. Magistratura e carabinieri stanno cercando di ricostruire l’episodio e di verificare la posizione del giovane. Intanto l’episodio ha destato particolare curiosità ed apprensione tra gli operatori turistici di Taormina. In rappresentanza della città si è recato al pronto soccorso dell’ospedale l’assessore al turismo, Salvo Cilona. “Appena saputo quanto era accaduto –ha dichiarato- sono andato a fare visita alla turista che era ancora al pronto soccorso dell’ospedale. Per fortuna le sue condizioni generali  non sono preoccupanti. Mi sono scusato, a nome della città, per quanto accaduto e le ho offerto un soggiorno a Taormina. Sono particolarmente soddisfatto per il tempestivo intervento delle forze dell’ordine, carabinieri e polizia, con le quali hanno collaborato i vigili urbani. E’ spiacevole che a Taormina si verifichino casi del genere ma è anche vero che questa è una città come tutte le altre, una città del mondo. L’importante è che i servizi di vigilanza, come in questo caso, abbiano funzionato tempestivamente e bene”. Ancora ignoto il movente. Pare, comunque, che l’accoltellatore abbia colpito a caso, in preda ad un improvviso raptus. L’episodio si è verificato poco prima delle 10,30 nel centralissimo Corso, a pochi passi dal Comune e dal Commissariato di Ps. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, l’aggressore non avrebbe nemmeno tentato di scippare la borsa ed una costosa macchina fotografica che la turista aveva con se.

Leave a Response