Fiera di Messina, illustrata l’ipotesi Mortelle

MESSINA – Non c’è solo l’area dell’ex Sanderson nel futuro della Fiera. Spunta l’ipotesi “lido di Mortelle” per un eventuale trasferimento delle manifestazioni fieristiche. E’ quanto è emerso durante un confronto che il commissario straordinario Giuseppe Grazia, ha avuto nel salone dell’Ente fieristico con i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil. La riunione, fissata già da tempo per continuare la discussione avviata alcuni mesi fa sulla pianta organica, è servita anche a tracciare un progetto di rilancio della Fiera. Il commissario straordinario Giuseppe Grazia ha confermato la disponibilità dell’Ente a trasferirsi nei prossimi anni in un’area più idonea.
E in quest’ottica, Grazia ha anticipato che sta valutando, tra le altre, un’ipotesi che rappresenterebbe una novità assoluta: il trasferimento dell’ente nell’area dell’ex lido di Mortelle. Secondo Grazia, il vecchio lido e gli edifici compresi, dal ristorante all’albergo, gestiti attualmente dalla società Garibaldi, potrebbero far posto alla nuova Fiera.
A Mortelle, l’Ente Fieristico, ritroverebbe il naturale affaccio a mare e una serie di spazi che potrebbero smarcare l’attività fieristica dal traffico cittadino, senza far rimpiangere, per caratteristiche, l’attuale sito.
Quella del Lido, resta comunque un’ipotesi progettuale che non riguarda l’immediato futuro. L’Ente Fiera Internazionale continua comunque a programmare le prossime manifestazioni all’interno dei padiglioni del viale della Libertà. Allo studio dell’Ente anche il progetto della tensostruttura che potrebbe ospitare alcuni degli imminenti eventi espositivi.

Leave a Response