Antillo. Campana della pace, il 21 l’inaugurazione

ANTILLO – Dopo oltre un decennio di attesa, ormai è in fase di completamento, ad Antillo, l’opera espressione di un ideale di pace contro le facili tentazioni delle soluzioni belliche quali mezzi di risoluzione dei conflitti etnici, politici, religiosi, razziali e delle controversie internazionali. Tale iniziativa, com’è noto, ha registrato un decisivo passo avanti lo scorso mese di luglio, quando su un monte  a pochi chilometri dal centro abitato di Antillo, Pizzo Monaco, è stata collocata la grande Campana quale simbolo di pace universale ed unica al mondo dedicata ai dispersi di tutte le guerre.
Il 21 settembre prossimo è in programma una solenne manifestazione inaugurale durante la quale, alla presenza di autorità civili, militari e religiose, per la prima volta, i rintocchi della grande Campana potranno essere uditi in tutta la vallata dell’Agrò. Tali rintocchi emblematicamente assumeranno una doppia finalità: innanzi tutto quella di un segnale che indelebilmente ricordi coloro che non fecero più ritorno dalla guerra e non ebbero la possibilità di una degna sepoltura, ma anche e soprattutto l’affermazione del principio della pace come bene supremo e prioritario da perseguire e salvaguardare con risolutezza e convinzione. La data del 21 settembre è stata scelta volutamente dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato pro erigenda Campana per farla coincidere con la “Giornata Mondiale della Pace”, indetta annualmente dall’ONU, proprio a testimonianza della determinazione di voler legare il progetto alla necessità di lavorare tutti insieme, istituzioni pubbliche, organizzazioni internazionali, associazioni private, comuni cittadini, nella ricerca della pace tra i popoli e della concordia tra gli uomini.

Leave a Response