Taormina. Isolabella, la gestione torna alla Provincia

TAORMINA – “Le immagini trasmesse dalla RAI, i servizi giornalistici, e le sollecitazioni del Comune, sono serviti a rimettere in moto le pratiche per la gestione dell’Isolabella. Tutto, già ieri, si è rimesso in discussione”. La dichiarazione è del vice sindaco, Eligio Giardina che, aggiunge: “Taormina, comunque, chiede, a gran voce, una legge speciale”. 
Intanto, la Regione ha assegnato, in via provvisoria, la Riserva di Isolabella alla Provincia regionale di Messina. E’ stato, quindi, avviato il processo per porre fine al grave stato di degrado nel quale il sito, uno dei più famosi della Sicilia, era precipitato da quando era scaduto il mandato di affidamento del WWF. “Abbiamo ricevuto –dichiara l’assessore all’Ambiente della Provincia, Antonino Ferro- il fax che ci preannunciava l’arrivo del decreto di affidamento ieri attorno alle 13,00. Immediatamente dopo –continua- l’assessorato si è mobilitato per affrontare l’emergenza. Già da oggi alle 9,00 è intervenuta una squadra di operai che, insieme agli operatori dell’ATO4, provvederanno a compiere una prima ricognizione dei luoghi ed a rimuovere i rifiuti esistenti. Abbiamo anche allertato il reparto di Polizia Provinciale”.
E’ prevista, inoltre, per sabato 8 settembre, una conferenza dei servizi indetta per cercare una soluzione definitiva della questione. All’incontro -fissato dall’assessore regionale ai BBCC, Lino Leanza, alle 10,30 nella ex villa Bosurgi che si trova proprio nel cuore dell’Isola- parteciperanno l’assessore regionale al Territorio, Interlandi, quello ai BBCC, Leanza, la Provincia di Messina ed il Comune di Taormina.
 “Il nostro è un intervento dettato da senso di responsabilità. Avevamo lasciato l’Isolabella –aggiunge l’assessore Ferro- nei primi giorni di marzo, dopo quasi un anno di gestione. Si tratta, adesso, di riprendere il lavoro iniziato.

Leave a Response