Nizza. Scuola media in precarie condizioni strutturali

NIZZA DI SICILIA – A pochi giorni dall’inizio delle lezioni, la Scuola Media “Vittorio Alfieri” versa in pessime condizioni. L’argomento è divenuto l’oggetto dell’interrogazione  del gruppo di minoranza “Insieme per voltare pagina” di Nizza di Sicilia, presentata dal consigliere comunale Domenica Brigandì.
 “Abbiamo ricevuto – spiega il consigliere – diverse segnalazioni, da parte dei genitori degli alunni della scuola media, sul precario stato strutturale della scuola,  i quali si preoccupano per l’incolumità fisica dei propri figli che tra pochi giorni ricominceranno a frequentare le lezioni”.L’edificio che ospita la Scuola Media di Nizza di Sicilia, infatti, versa in pessime condizioni strutturali, sia per quanto riguarda l’interno dell’edificio, nel quale non sono stati ancora eseguiti tutti gli interventi di adeguamento previsti dalla legge; sia per quanto riguarda l’esterno che si caratterizza per la pavimentazione sconnessa con numerose mattonelle divelte e per lo stato di degrado del cornicione che sormonta la facciata, il quale presenta numerose crepe, con pezzi di intonaco e calcinacci che si staccano, rischiando di colpire gli alunni e quanti transitano nella parte esterna dell’edificio. Il gruppo consiliare, pertanto, sollecita l’Amministrazione Comunale, su cui ricade, la competenza in materia di edilizia scolastica, ad intervenire, con la massima urgenza, predisponendo tutti  gli interventi di messa in sicurezza che si renderanno necessari, a cominciare da quelli di più evidente pericolosità, al fine di evitare gravi incidenti  e permettere la tranquilla fruizione di tutti i locali ad alunni ed operatori scolastici. Deve essere chiaro- conclude il consigliere Domenica Brigandì- che, se a causa  di ritardi, carenze o inadempienze nello stato di conservazione degli edifici scolastici, dovessero verificarsi incidenti, la responsabilità primaria è dell’Ente Locale, poiché questi adempimenti sono di sua stretta competenza.

Leave a Response