Messina. Indulto, progetto per favorire l’occupabilità

MESSINA – L’assessore alle Politiche sociali di Messina, Pippo Rao, domani  alle  11, nella sala Giunta di Palazzo Zanca, nel corso di una conferenza stampa, presenterà il progetto che viene avviato anche a Messina, per favorire l’occupabilità dei soggetti beneficiari dell’indulto. Per Italia Lavoro, l’Agenzia che per conto del Ministero del Lavoro, della Previdenza Sociale e del Ministero della Solidarietà Sociale gestisce il progetto, interverrà Mario Conclave, responsabile dell’area inclusione sociale. I potenziali destinatari degli interventi sono circa 300 indultati, residenti nel territorio messinese e sono stati già avviati gli incontri operativi per l’inizio delle attività; in tale quadro Legacoop e Confcooperative si sono impegnate a sollecitare le proprie imprese a mettere a disposizione i posti per i tirocini. Il 29 luglio 2006, – come si ricorderà – il Parlamento ha approvato la legge 241 del 31 luglio 2006, “Concessione di indulto” che ha introdotto uno sconto di pena di tre anni per i reati commessi fino al 2 maggio 2006. Per ogni beneficiario è previsto un contributo al reddito di 2.700 euro concesso secondo queste modalità: 450 euro al mese per un massimo di sei mesi; 675 euro al mese per un massimo di quattro mesi. Per le aziende disposte ad accoglierli è previsto: un contributo di 1.000 euro per la formazione in caso di assunzione a tempo indeterminato o a tempo determinato (almeno 12 mesi); la capitalizzazione della parte restante della dote in caso di assunzione anticipata; il cumulo con altre agevolazioni stabilite a livello nazionale e locale.

Leave a Response