Furci. Tre di Fiumedinisi arrestati per tentato furto

FURCI SICULO – Tre giovani di Fiumedinisi sono stati arrestati questa mattina a Furci Siculo dopo aver tentato di rubare un autoradio da una Fiat ”Punto”. A finire con le manette ai polsi Marco Sparacino, 27 anni, contrada Richisi, Giovanni Ossi, 26 anni, salita S. Francesco, e Marco Nucita, 19 anni, contrada Pedaria. Ad arrestarli i carabinieri della Compagnia di Taormina che hanno agito sotto le direttive del capitano Albanese e che si sono avvalsi della collaborazione dei loro colleghi di S. Teresa di Riva. I tre sono stati già processati col rito direttissimo nel tribunale di Taormina. Sparacino e Ossi hanno patteggiato la pena e condannati a un anno di reclusione e ad una ammenda di 300 euro. Hanno ottenuto entrambi la sospensione della pena. Il difensore di Nucita, invece, ha chiesto i termini a difesa per cui il processo è stato rinviato al 9 ottobre prossimo. I tre fiumedinisani,  a bordo di una Opel ‘’Tigra’’ di proprietà di Nucita, questa mattina poco dopo le 4, avevano raggiunto Furci Siculo, prendendo di mira in contrada ‘’Calcare’’ una Fiat ‘’Punto’’. Dopo aver rotto con una pietra un vetro dell’utilitaria, hanno tentato di estrarre l’autoradio. I loro movimenti, però, sono stati notati da alcuni abitanti della zona che non hanno esitato a bloccare i tre ladruncoli. Nucita non ha avuto via di scampo, Sparacino è riuscito a svincolarsi e nella fuga è finito in un fossato, mentre Ossi è fuggito a bordo della ‘’Tigra’’. Subito dopo sono arrivati i carabinieri di S. Teresa di Riva al comando del maresciallo Giancarlo Scimone, che hanno arrestato Nucita e Sparacino. Giovanni Ossi è stato invece ‘’intercettato’’ dopo qualche ora.

Leave a Response