Controesodo, controlli a tappeto dei carabinieri

NIZZA DI SICILIA – In occasione del controesodo di questo fine settimana, controlli a tappeto lungo la riviera jonica sono stati predisposti dai carabinieri della Compagnia di Messina Sud. A Nizza e Roccalumera, gli uomini della locale stazione, al comando del maresciallo Santo Arcidiacono, hanno predisposto numerosi posti di blocco lungo il territorio dei due comuni. L’operazione, che andrà avanti per l’intero weekend, è volta a garantire la sicurezza dei residenti e dei tanti vacanzieri che affollano i paesi rivieraschi. Controllate decine di autovetture e motocicli. I carabinieri, oltre che il controllo del traffico, hanno attenzionato anche alcune aree demaniali per accertare eventuali reati di inquinamento ambientale.
Nelle operazioni di controllo del territorio è stato impiegato anche un elicottero proveniente da Catania, che ha effettuato un monitoraggio dall’alto. Il bilancio dei controlli verrà reso noto al termine delle operazioni. Al momento già si registrano numerosi verbali per violazione delle norme del codice della strada.
Sotto il profilo del traffico sono comunque ore difficili per chi ha scelto di mettersi in viaggio. Più di un’ora e mezza d’attesa agli imbarcaderi privati di Messina. Un lungo serpentone di auto ha creato rallentamenti alla circolazione sul Viale della Libertà.
Migliore la situazione ai traghetti delle Ferrovie: poche le auto incolonnate e traffico piuttosto scorrevole. La maggiore rapidità dei collegamenti tra le due sponde dello Stretto e il maggior numero di corse hanno spinto i turisti che avevano scelto la Sicilia per le loro vacanze a preferire le navi delle compagnie private al servizio pubblico. Da qui le code agli imbarcaderi privati.
E si prevede un controesodo caldo anche sulle autostrade. Le maggiori difficoltà per gli automobilisti in entrata e in uscita agli svincoli di Villafranca e Tremestieri, dove si stanno registrando attese che superano abbondantemente la mezzora.
Attualmente sono sette le pattuglie della Polizia Stradale che operano sui diversi tratti autostradali della Provincia.
Ma il vero picco del traffico è previsto nella giornata di domani.

Leave a Response