Antillo. Consiglio contro la chiusura dell’Ufficio Pt

ANTILLO – Si è riunito il Consiglio Comunale di Antillo, chiamato a discutere cinque argomenti posti all’ordine del giorno.
Prima di iniziare i lavori, però, il presidente Salvatore Muscolino ha preso la parola per informare i consiglieri e il pubblico presente alla seduta in merito alla grave situazione che si è venuta a creare in paese dopo la decisione di Poste Italiane di aprire l’ufficio di Antillo a giorni alterni durante il periodo estivo.
Il presidente Muscolino ha inoltre informato il civico consesso sulle iniziative assunte dal Sindaco per fronteggiare questa grave emergenza, chiedendo a tutti i colleghi di maggioranza e minoranza di supportare l’azione del primo cittadino per indurre l’ente Poste a ritornare sulle proprie decisioni garantendo con continuità ai cittadini antillesi l’erogazione dei servizi postali.
Alla richiesta hanno aderito tutti i consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, per cui il presidente ha deciso che nei prossimi giorni sarà approntato un atto di indirizzo comune che evidenzi i gravi problemi arrecati alla popolazione, soprattutto a quella anziana, dalla decisione delle Poste e al contempo dia sostegno e appoggio al Sindaco, Antonio Di Ciuccio, impegnato ad ottenere l’immediata revoca di tale determinazione assunta da Poste Italiane.
Per quanto riguarda gli argomenti posti all’ordine del giorno, oltre alla presa d’atto della relazione annuale del Sindaco sull’attività svolta dall’Amministrazione Comunale negli ultimi 12 mesi, il Consiglio ha approvato, con i soli voti della maggioranza, il conto consuntivo esercizio finanziario 2006, la salvaguardia degli equilibri di bilancio e la convenzione con il Comune di Savoca per la gestione associata del servizio di promozione e diffusione della cultura della pace. Su questi argomenti la minoranza ha espresso parere contrario.

Leave a Response