Limina. Cordoglio per la morte di Giuseppe Smiroldo

LIMINA – Ha destato profondo cordoglio nell’intera Val d’Agrò la scomparsa di Giuseppe Smiroldo, il macellaio 54enne di Limina, precipitato in un burrone col suo fuoristrada mentre percorreva la strada provinciale che collega Graniti, Roccafiorita e Limina. L’uomo stava rientrando a casa quando, in contrada Vallone di Graniti, ha perso il controllo del fuoristrada che ha sfondato il guard rail finendo nella scarpata sottostante. Secondo i medici, Smiroldo è morto sul colpo. Tra le ipotesi avanzate quella di un malore o di un guasto meccanico del mezzo.
Sul posto sono giunti i soccorritori del 118, i carabinieri e una squadra dei vigili del fuoco di Taormina che ha provveduto alle operazioni di recupero del veicolo.
Giuseppe Smiroldo era originario di Antillo ma viveva sin da bambino a Limina. Lascia la moglie, Angelina Garigali, e tre figli, tutti maggiorenni. Era titolare dell’unica macelleria del paese, in via Garibaldi, accanto a piazza Marconi.

Leave a Response