S. Teresa di Riva. Dibattito sul mercato del lavoro

S. TERESA DI RIVA – Ieri,  presso l’aula consiliare del comune di Santa Teresa di Riva si è tenuto un dibattito sul tema “Il mercato del lavoro, tra precariato e flessibilità”, organizzato dai giovani del Partito democratico.
 L’incontro è stato introdotto dal Segretario della Sinistra Giovanile di S. Teresa Andrea Ricciardi e moderato da Fabio Orlando, responsabile provinciale della sinistra giovanile per le politiche del lavoro. Al dibattito hanno partecipato l’On. Filippo Panarello, deputato alla Regione Siciliana per i Ds, Paola Rifatto, Assessore alle attività Produttive del Comune di S. Teresa, Giuseppe Cicala, Segretario Regionale Sinistra Giovanile, Giacomo D’Arrigo, presidente dell’Assemblea Nazionale dei Giovani della Margherita e Daniele David, responsabile provinciale Nidil CGIL.
 La manifestazione ha puntato l’attenzione sulle innovazioni e sulle ricadute sociali della Legge Biagi di riforma del mercato del lavoro.  Gli intervenuti si sono soffermati sulle difficoltà di arginare la deriva di un sistema sociale  che rende necessari urgenti interventi di contenimento del fenomeno del precariato e di miglioramento delle tutele per i lavoratori atipici, come ad esempio l’aumento degli ammortizzatori sociali. La Legge  Biagi ha avuto l’indubbio merito di colpire l’immobilismo del mercato del lavoro in Italia, ma gli evidenti limiti manifestati dalle nuove tipologie di lavoro flessibile introdotte, nella maggior parte dei casi poco adeguate al nostro ordinamento, hanno compromesso i risultati attesi.
 L’On. Panarello ha incentrato il suo intervento sui costi della Pubblica Amministrazione, in particolare della Regione Sicilia, e sul numero sproporzionato di dipendenti regionali, facendo notare come nel settore dei Servizi di Ispezione del Lavoro – in Sicilia, in ragione dell’autonomia, materia di competenza regionale – siano insufficienti e spesso poco qualificate le risorse umane. In questa situazione è stata individuata, infatti, una delle cause dell’insostenibile situazione dell’occupazione nell’isola, tra lavoro nero e scarse misure di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Leave a Response