Taormina. Nessuna riduzione di posti letto al “Sirina”

TAORMINA – “Gli accorpamenti nei reparti e le difficoltà denunciate per la riduzione del numero degli infermieri nell’ospedale “Sirina” sono destinati a risolversi nel giro di un paio di settimane”. Lo ha sostenuto il sindaco di Taormina, Carmelantonio D’Agostino, al termine di un incontro con il direttore generale dell’ASL n. 5 di Messina, Salvatore Furnari.  D’Agostino ha voluto rendersi conto della situazione dell’ospedale nella sua posizione di primo cittadino del comune che ospita il nosocomio e di sindaco del comune capofila del “Distretto Sanitario Taormina”. “Proprio in questa veste –dice D’Agostino- ho incontrato il direttore Furnari al quale, anche a nome degli altri sindaci del comprensorio, ho detto che continueremo a restare attenti rispetto a tutto quanto avviene nell’ospedale. Chiediamo che la qualità dell’assistenza sanitaria al “Sirina” resti ai livelli attuali, quelli che lo hanno portato ai vertici della medicina ospedaliera in Sicilia”.
In questo periodo, secondo il piano varato dall’ASL,  è stato realizzato un reparto unico mettendo insieme chirurgia generale, urologia e otorinolaringoiatria; la pediatria, invece, è stata accorpata alla medicina.
“L’incontro con Furnari –dice D’Agostino- è servito per cancellare le non poche preoccupazioni che erano sorte a seguito di una serie di notizie giornalistiche e delle iniziative adottate dalla direzione sanitaria del nostro ospedale. I problemi, come tutti sanno, derivano dalla situazione creatasi a seguito della ridistribuzione del personale infermieristico”.  Si tratta di una questione che, comunque, non ha coinvolto solo Taormina bensì tutti gli ospedali siciliani.
“Furnari, in questo senso, è stato preciso. Ci ha comunicato, ufficialmente, che tutto –dice D’Agostino- tornerà a norma tra circa 15 giorni”. Secondo il sindaco, il piano di rientro degli infermieri nell’ospedale di Taormina sarebbe già iniziato.
L’incontro tra D’Agostino e Furnari, è servito anche a mettere in chiaro altre situazioni che, nei giorni scorsi, hanno creato non poche preoccupazioni. “Cosa importante da rilevare –dice il sindaco-  è che al “Sirina” non ci sarà nessuna riduzione di posti letto. Sono stati attuati –continua- piccoli accorpamenti destinati a durare pochissimo tempo”.

Leave a Response