Taormina. 1000 visitatori in 2 giorni per l’Annunziata

TAORMINA – A Taormina, recupera il movimento turistico negli esercizi alberghieri. In un solo mese, quello di maggio, il fatturato dell’apparato ricettivo  è passato dal -9,50 per cento al -7,96 per cento. I dati riguardano il periodo gennaio-maggio 2007 e sono stati confrontati con quelli dello stesso periodo del 2006. Recuperato, quindi, oltre un punto e mezzo in percentuale. Tutto dovrebbe tornare in pareggio quando saranno disponibili i dati di giugno e poi  quelli di luglio ed agosto, i mesi di piena stagione.  “Dai dati in nostro possesso –dice l’assessore al Turismo, Salvo Cilona- alla fine anno dovremmo raggiungere, se non superare, il numero delle presenze dello scorso anno. C’è da osservare, comunque, il netto recupero ottenuto da aprile a maggio e il flusso degli stranieri che continua ad essere incoraggiante”.
Stando ai dati forniti dall’Azienda Soggiorno e Turismo, invece, sino ad aprile, è stata la clientela italiana a mostrare una certa disaffezione nei confronti di Taormina. Anche il turismo nostrano, comunque, è in fase di recupero. E’ passato dal -25,49 di aprile al – 24,92 di maggio. Gli stranieri, invece, sono rimasti a quota -3.
“Il nuovo bollettino dell’AAST –dice il sindaco, Carmelantonio D’Agostino- ci propone una situazione di sofferenza  che non mi pare il caso di sottacere. E’ vero anche, però, che la tendenza, a nostro modo di vedere, mostra segni di ripresa. Molto probabilmente, quindi, facendo i conti di fine anno potremo parlare in maniera diversa e con soddisfazione. Risulta anche, ma sono in corso i conteggi, che a fine giugno ci dovremmo assestare attorno al -5 per cento”.
A proposito dei flussi dei turisti stranieri, i tabulati dell’AAST mostrano netti incrementi per quanto riguarda i francesi (+ 11,13 per cento), i russi (+ 47,21%), i cinesi ( 2,25%). I tedeschi, invece, sono diminuiti  del 13,59 per cento.
Secondo il sindaco: “L’attività dell’amministrazione punta a trovare occasioni valide che possano servire a migliorare la situazione. Abbiamo piena fiducia sui risultati. Lo diciamo sapendo di aver compiuto alcuni atti  significativi che stanno dando buoni frutti. Mi riferisco alle iniziative culturali che sono servite a riproporre il nome di Taormina in campo nazionale. Hanno avuto un buon riscontro il festival del Cinema ed il ritorno al Teatro Antico dei Nastri d’Argento. Sempre a proposito di iniziative culturali, sta riscuotendo l’atteso successo la mostra delle opere grafiche di Corrado Cagli. Entusiasmanti sono i dati relativi alla presenza a Palazzo Corvaja dell’Annunziata di Antonello da Messina. Dell’evento hanno già parlato, al momento del trasferimento dell’opera dal Museo regionale di Palermo a Taormina, quasi tutti i mas media nazionali. In soli due giorni, domenica e lunedì, il capolavoro di Antonello da Messina è stato visitato da poco meno di 1000 persone. Questo vuol dire che l’operazione ha trovato il consenso degli amanti dell’arte e dei turisti”.

Leave a Response