Alì. Si dimette Pantò, presidente del Consiglio

 ALI’ – Il presidente del Consiglio comunale di Alì, Filippo Pantò, ha rassegnato le dimissioni al termine di una seduta assembleare dai toni accesi in cui si è consumato un duro scontro con il vice sindaco nonché assessore ai Lavori Pubblici Pasquale Rosani. Pantò ha formalizzato la sua decisione con una lettera dopo essersi dimesso anche dal gruppo di maggioranza. Pomo della discordia una interrogazione presentata da Pantò e Cernuto ed inserita all’ordine del giorno dell’ultima riunione. I due hanno chiesto a Rosani “notizie certe in merito a ben 10 opere pubbliche che l’amministrazione ha programmato di eseguire o proseguire e che a tutt’oggi ancora non si ha modo di vedere interventi concreti”. Ne è scaturito un dibattito dai toni aspri. “Non posso appoggiare una giunta – ha detto Pantò – composta anche da un assessore che lancia accuse che sfociano nel personale. Mi è stato detto dal vice sindaco che mi pavoneggio tra gli uffici comunali. Ritengo che nella vita e di conseguenza anche nella politica la dignità venga prima di qualsiasi poltrona”. Se la frattura tra Rosani e Pantò sia insanabile non è ancora chiaro. Il vice sindaco dimissionario, il giorno dopo lo scontro in aula, ha dichiarato che si rimette alla volontà dell’assemblea: “Se il Consiglio respingerà le dimissioni – ha detto – ne prenderò atto e valuterò il da farsi. L’unica cosa che mi sta a cuore sono le sorti del paese in cui vivo”. Una dichiarazione che lascia uno spiraglio alla soluzione della crisi politica. “Comunque sia – ha concluso Pantò – in tutta questa vicenda c’è un aspetto positivo: finalmente l’assessore Rosati ha potuto spiegare in aula il lavoro da lui svolto, i sacrifici ed i chilometri percorsi per svolgere il suo mandato”.

Leave a Response