Mesina. Domani sciopero dei Vigili del fuoco

MESSINA – Organico, contratto di lavoro e risorse finanziarie sono i punti principali delle rivendicazioni alla base dello sciopero generale nazionale dei Vigili del Fuoco indetto da  Cisl e  Uil   per domani.
La protesta nasce a seguito delle mancate risposte nell’ambito della Finanziaria 2007 alle richieste che le Organizzazioni Sindacali avevano portato all’attenzione del presidente del Consiglio e dello stesso Consiglio dei Ministri nello scorso aprile.    Cisl e Uil  rivendicano: la garanzia della copertura totale del turn-over del personale compresa la stabilizzazione del lavoro del personale discontinuo/precario a partire dall’anno in corso; il potenziamento dell’organico sul territorio; l’incremento delle risorse di bilancio  necessarie per far fronte alle crescenti  necessità istituzionali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco; la valorizzazione retributiva e previdenziale  coerente con l’alta professionalità degli operatori  e con la gravosità  e l’usura del lavoro svolto; il ripristino di corrette e puntuali riassegnazioni  finanziarie all’Opera Nazionale di Assistenza.
“A Messina – afferma il Segretario provinciale della Federazione VVF Cisl di Messina – viviamo giornalmente le difficoltà derivanti dalla gestione delle scarse risorse economiche, dall’acquisto del gasolio, alla manutenzione dei mezzi, sino all’addestramento professionale e alla formazione del personale abbiamo un organico inadeguato, per questo avevamo chiesto aumento di categoria per Messina e provincia che attualmente può contare su 308 unità in 4 turni. Significa che in provincia non vi sono in servizio più di 50 persone al giorno. Almeno, in provincia di Messina e nel capoluogo servirebbero 40 persone in più”. Nell’ambito dello sciopero nazionale, domani a Messina è previsto una manifestazione con sit in davanti la Prefettura dalle ore 11 alle 12.

Leave a Response