Taormina località da offerta turistica di qualità

TAORMINA – Legambiente ha promosso Taormina. L’ha inserita tra le 300 località balneari italiane che: “Presentano un’offerta turistica di qualità ed un buono stato di conservazione dell’ambiente marino e costiero”. Taormina è in compagnia di altri 300 – su 483 presi in esame – centri turistici che hanno ottenuto un giudizio positivo. Secondo la Guida blu 2007 di Legambiente, pubblicata lo scorso 1 giugno, “Taormina è tra i centri balneari che hanno totalizzato un punteggio superiore alla sufficienza e merita di essere scelta come meta per una vacanza”.
 La graduatoria stilata dall’associazione ambientalista è basta su dati che tengono conto della caratteristiche ambientali e ricettive, integrati con valutazioni espresse dai Circoli di Legambiente e dall’equipaggio di Goletta verde.  Guida Blu ha provato a razionalizzare le informazioni ambientali e turistiche relative alle località costiere prese in esame allo scopo di fornire una valutazione dello stato di conservazione e gestione del territorio e del mare, della qualità e delle opportunità offerte dai fondali marini, del livello dei servizi pubblici e dell’accoglienza, della promozione delle risorse territoriali, della sostenibilità turistica, dell’impegno nell’applicazione di efficaci politiche ambientali (riduzione dei consumi idrici ed energetici, diminuzione della produzione dei rifiuti e incremento della raccolta differenziata, incentivazione di una mobilità sostenibile, produzione locale di energia da fonti rinnovabili)”. 
Taormina, complessivamente, ha ottenuto un punteggio di 63,2 su 100. E’ stata, quindi, collocata tra le località che hanno avuto assegnate 3 vele su 5. Ma, come spiega la Guida blu, le vele, da sole, non bastano a registrare la complessità e la varietà che ogni località offre. Ha ottenuto 3 stelle su 5 (per il paesaggio naturale, quello costiero ed urbano); 1 petalo, sempre su 5, (per la qualità dell’accoglienza); tre onde (per la pulizia del mare e delle spiagge). Legambiente, nel presentare Taormina come “affidabile” ha rilevato, inoltre la presenza nel territorio taorminese di “luoghi d’interesse storico e culturale, fondali particolarmente interessanti per chi pratica attività subacquee e adeguati servizi per i disabili motori”. Taormina, comunque, nella graduatoria di Legambiente, non ha ottenuto il massimo dei voti. Rispetto al 2006, ha perso qualcuna delle prerogative che le erano state riconosciute l’anno scorso. “Probabilmente –dice l’assessore al Turismo, Salvo Cilona- tutto dipende dal fatto che Taormina è una delle località balneari più richieste ed affollate della Sicilia. Il gran numero di visitatori e di bagnanti può aver indebolito qualcuno dei parametri presi in esame da Legambiente. E’ rimasta, però, tra i 300 centri balneari promossi”. Secondo Cilona, però; “Un giudizio, quello di Legambiente che ci deve far riflettere. A Taormina, tutti insieme, amministrazione comunale e privati, dobbiamo andare avanti con la politica di potenziamento dei servizi, già intrapresa, e rivalutare la tradizionale ospitalità che ha reso famosa la nostra città”.

Leave a Response