Messina, sotto sequestro il complesso ”Green Park”

MESSINA – Continua l’inchiesta della magistratura sul complesso edilizio “Green Park”, un affare da decine di milioni di euro “accelerato”, pare, dal pagamento di tangenti.
Dopo le decisioni del Tribunale della libertà, che ha confermato le misure restrittive per tutti gli indagati, ieri mattina l’intero cantiere edilizio del torrente Trapani è stato sequestrato da agenti della squadra mobile.
Intanto, un filone dell’inchiesta, che coinvolgerebbe un uomo delle istituzioni, ha registrato l’invio degli atti alla Procura di Reggio Calabria per competenza l’accusa ipotizzata è rivelazione di segreto d’ufficio.
Si tratta tecnicamente di un sequestro preventivo disposto dal gip Mariangela Nastasi su richiesta dei sostituti procuratori Angelo Cavallo e Giuseppe Farinella, i due magistrati che stanno gestendo l’intera inchiesta insieme al procuratore capo Luigi Croce e alla collega della Dda Rosa Raffa.

Leave a Response