Taormina. L’Asm propone il suo piano viario

TAORMINA – L’Asm propone il “suo” piano viario. In riferimento alla proposta relativa alla nuova pianificazione della viabilità in città, illustrata  nella seduta del “tavolo turistico di concertazione” del 24 aprile scorso, preso atto delle valutazioni espresse dal Consiglio di Amministrazione, presieduto da Bruno De Vita e di cui fanno parte (Lidia Arena, con funzioni di vice presidente, Gianfranco Composto, Massimo Losi ed Eddy Tronchet) e dal Direttore generale, Tanino Longo, l’Asm (Azienda servizi municipalizzati) di Taormina ha presentato una serie di proposte. L’azienda, per esempio, condivide appieno la scelta di chiudere l’ingresso al centro storico dei non residenti. Per quanto riguarda il sistema del controllo del traffico “lo si potrà realizzare – ha indicato De Vita – attraverso telecamere e non telepass in modo tale che si possa disporre di una maggiore garanzia di non contestabilità delle multe elevate ed una migliore vigilanza”. La municipalizzata non gradisce, inoltre, la realizzazione di nuove strisce blu. “Sarebbe bene, invece, ipotizzare – sempre secondo De Vita – una gestione a parcheggio dell’area del Terminal di via Pirandello, delle aree di sosta disponibili lungo la stessa via. Oltre alle auto potrebbero sostare anche i bus turistici come ci è stato richiesto dal gruppo “Luigi Pirandello”. Se non venisse accolta tale richiesta, l’ Asm  è disponibile a riorganizzare lo stesso terminal. Ma sono previsti nel piano anche percorsi obbligatori per i bus turistici e di linea superiori ai 16 posti che dovrebbero percorrere, per esempio, da o per Castelmola, le gallerie attualmente a disposizione. “Un piano questo – ha precisato il presidente dell’Azienda – che potrebbe essere realizzato per “step” progressivi a partire dall’autunno prossimo. Ma si potrebbe attivare il blocco degli accessi anche da subito con la Polizia Municipale eventualmente rafforzata dagli ausiliari del traffico, lavoratori stagionali o dipendenti in progetto di produttività. Il tutto, assieme ad altre indicazioni, è contenuto in un documento che è stato inviato al sindaco ed al tavolo di concertazione. In ogni caso l’azienda si propone di gestire direttamente le previste zone a traffico limitato con la disponibilità ad assumere direttamente tutti i costi di investimento e di gestione. Asm, infine vuole potenziare il servizio di trasporto per venire incontro alle esigenze dell’utenza”.

Leave a Response