“Taormina Arte rischia di essere ridimensionata”

TAORMINA – Il cartellone di Taormina Arte rischia di essere ridimensionato. Potrebbe, addirittura, saltare la messa in scena, al Teatro Antico, dell’AIDA, prevista per il 5 ed il 7 agosto.  La notizia è stata diffusa stamattina dal sindaco di Taormina, Carmelantonio D’Agostino, presidente del Comitato organizzatore di Taormina Arte, del quale fanno parte il sindaco di Messina, Genovese, ed il presidente della Provincia regionale di Messina Leonardi. “Ci è stato  comunicato –dice D’Agostino- che il governo regionale ha deciso di “capitalizzare” 250.000 euro del finanziamento stabilito. La somma verrebbe utilizzata per finanziare la creazione della Fondazione Taormina Arte. Questo vuol dire che per le manifestazioni 2007 verrebbero a mancare 250.000 euro. Stando ad una prima valutazione, saremmo costretti a cancellare l’AIDA, uno degli appuntamenti più attesi dagli operatori turistici”.
Secondo Palazzo dei Giurati la notizia della decurtazione dei fondi è da ritenere estremamente grave. “E’ ovvio. Arriva –dice il sindaco di Taormina- quando abbiamo già predisposto il calendario, quando la macchina è già in moto. Si tratta di una vera e propria batosta per il turismo di Taormina e per l’offerta culturale della città. Si tenga conto che l’AIDA, così come tutto il resto del programma, è stata presentata alle fiere del turismo di Milano, Berlino, Londra e Mosca. Vuol dire che i mercati turistici internazionali hanno già messo in conto la rappresentazione del capolavoro del melodramma italiano. Cancellare l’Aida vorrebbe dire inficiare l’immagine di Taormina e scoraggiare, se non dirottare su altre località, un certo tipo di clientela”.
Il taglio dei fondi di Taormina Arte è stato già valutato dal Comitato Organizzatore. “Mi sono sentito, a lungo, telefonicamente con Genovese e Leonardi. Abbiamo deciso di incontrarci lunedì 21 per elaborare e firmare una lettera di protesta da inviare al Presidente della Regione, Cuffaro, ed all’assessore regionale al Turismo Misuraca”.

Leave a Response