Roccalumera, 480 mila euro per contrada Vallone

ROCCALUMERA – Ieri mattina nell’aula consiliare di Roccalumera è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa il progetto già ammesso a finanziamento, destinato al “consolidamento e messa in sicurezza del costone roccioso di contrada Vallone e Riposto della frazione di Allume”, il cui importo è di 480 mila euro.
Presente il deputato regionale Cateno De Luca il qual si è impegnato a far ottenere al comune di Roccalumera il finanziamento.
All’incontro erano anche presenti il sindaco Gianni Miasi, vicesindaco Rosario Foscolo, il presidente del consiglio Antonio Garufi e gli assessori Mario Gregorio, Ettore Fleres e Francesco Santisi, che hanno voluto ringraziare personalmente l’on Cateno De Luca.
Ad illustrare le fasi di realizzazione dell’opera l’ing. Francesco Caminiti e l’arch. Benedetto Parisi. “Il progetto prevede la messa in sicurezza degli abitanti del borgo di San Michele e di contrada Vallone”. “E, per mitigare l’ impatto ambientale” – ha detto l’ing. Caminiti – “saranno piantati degli arbusti”.
Il piano di intervento ha ottenuto il parere favorevole del genio civile e dell’ispettorato forestale. La pianificazione è stata inserita nei programmi del PAI, “Piano di assetto idor – geologico” classificato ad alto rischio nella misura 1.07. Con delibera di giunta municipale n° 55 del 30 aprile del 2007, il progetto di protezione e consolidamento del centro abitato di Allume è stato approvato per essere trasmesso all’assessorato regionale territorio e ambiente. “A giorni” – ha assicurato il deputato regionale De Luca – “sarà emesso il decreto di finanziamento che darà il via libera all’espletamento della gara d’appalto, i cui lavori saranno ultimati entro dicembre del 2007”. “Un impegno” – ha spiegato l’on Cateno De Luca – “a cui non posso esimermi visto la fiducia che gli elettori mi hanno dimostrato, per dare nuova linfa vitale alla Riviera Jonica”. 
 “Esprimo ringraziamento all’on. Cateno De Luca – ha detto il sindaco Miasi –  perché con ul suo interessamento è riuscito a finanziare questi lavori, importanti e improcastinabili poiché negli ultimi anni si sono susseguiti episodi di frane e smottamenti che hanno messo in serio pericolo i residenti della zona”.

Leave a Response