S. Teresa Riva, buono socio-sanitario di 7 mila euro

S. TERESA DI RIVA – Il commissario regionale al Comune di S. Teresa di Riva, Antonino La Mattina, ha reso noto che è stato indetto bando pubblico per la concessione del buono socio-sanitario a nuclei familiari con anziani non autosufficienti o disabili gravi.
Potranno  beneficiare le famiglie residenti nel territorio comunale che mantengono o accolgono anziani (di età non inferiore a 69 anni e 1 giorno) in condizione di non autosufficienza debitamente certificata o disabili gravi, purchè conviventi e legati da vincoli di parentela, ai quali garantiscano direttamente, o con impiego di altre persone non appartenenti al nucleo familiare, prestazioni di assistenza e di aiuto personale anche di rilievo sanitario nell’ambito di un predefinito piano personalizzato di assistenza elaborato dall’U.V.M., U.V.G. o U.V.D in collaborazione con gli Uffici di Servizio Sociale appartenenti ai Distretti Socio-Sanitari.
L’istanza di concessione del “Buono”, – si legge in una nota a firma del dott. La Mattina –   indirizzata al Comune di S.Teresa di Riva, Ufficio Servizi Sociali, dovrà pervenire entro il 30 aprile 2007, corredata dalla seguente documentazione:
a) – Autocertificazione attestante i componenti il nucleo familiare;
b) – Certificazione ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) attestante il reddito relativo all’anno 2005 dell’intero nucleo familiare (il limite ISEE per l’accesso  al Buono Socio-Sanitario è determinato in € 7.000,00). Qualora l’anziano o il disabile occupi un alloggio autonomo, il nucleo familiare di riferimento, ai fini della determinazione della condizione economica, è costituito dal nucleo familiare (compreso il soggetto da assistere) che garantisce le prestazioni socio-assistenziali e che assume la responsabilità e l’impegno alle attività di cure e di aiuto.
c) – Verbale della Commissione invalidi civili attestante l’invalidità civile al 100% con indennità di accompagnamento;
o in alternativa
– Certificazione attestante la disabilità grave ai sensi dell’art. 3, comma 3, della L. n. 104/92; Per le situazioni di gravità recente per cui non si è in possesso delle superiori certificazioni, dovrà essere prodotto: o per gli anziani:   – certificato del medico di medicina generale, attestante la non autosufficienza, corredato della copia della scheda multidimensionale, di cui al decreto Sanità 7 marzo 2005;
o per i disabili:  – certificato del medico di medicina generale, attestante le condizioni di disabilità grave e non autosufficienza, corredato della copia dell’istanza di riconoscimento della stessa ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge n.104/92. In considerazione della peculiare finalità perseguita dalla L.R.n.10/2003 di agevolare la permanenza degli anziani e dei disabili all’interno del nucleo familiare, si ribadisce che i requisiti essenziali per l’accesso al bonus socio-sanitario sono il vincolo familiare (parentela, filiazione, adozione, affinità) e la convivenza con il nucleo familiare di riferimento. Il bonus socio-sanitario verrà concesso nei limiti delle risorse finanziarie complessivamente disponibili per tale finalità nell’ambito di ciascun distretto socio-sanitario, con priorità per i nuclei familiari con I.S.E.E. più basso. Per il ritiro del modello di domanda gli interessati potranno rivolgersi presso la Direzione Area Servizi alla Persona, Ufficio Servizi Sociali del Comune, Piazza V Reggimento Aosta, tel. 0942 7861237.

Leave a Response