Taormina, arrestati due presunti spacciatori di droga

TAORMINA – Si erano industriati per fare soldi con la droga. Ma l’attività illecita di smercio di sostanze stupefacenti sarebbe stata interrotta dagli agenti del commissariato di Taormina. Le manette sono scattate ai polsi di Daniele Garofalo, 21 anni e Giuseppe Palumbo, 24 anni, entrambi residenti a Catania. Il servizio predisposto dagli uomini diretti dal vicequestore Pasquale Barreca è stato impeccabile, al punto che i presunti spacciatori sono stati acciuffati proprio mentre stavano cercando di piazzare le dosi della droga nei pressi di una discoteca di contrada Recanati, a Giardini Naxos. In totale, al momento del fermo, sono stati sequestrati ai presunti spacciatori 87 pasticche di ecstasy e circa trecento euro, probabile provento dell’attività delittuosa. Daniele Garofalo e Giuseppe Palombo non avevano precedenti specifici alle spalle e questo lascia presupporre  che si fossero messi in proprio per fare soldi con la droga. Gli agenti del Commissariato hanno avviato le indagini per risalire ai fornitori della droga. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e inviata al laboratorio di analisi nel tentativo di risalire allo stock da cui proveniva. Gli investigatori non avrebbero dubbi sulla provenienza del mercato catanese della “roba” dal momento che le persone arrestate risiedono proprio nella città etnea. Il servizio degli agenti è stato predisposto nei minimi dettagli proprio allo scopo di inchiodare i presunti pusher che durante i fine settimana si piazzano davanti alle discoteche per collocare la sostanza stupefacente. Ad ingannare Garofalo e Palumbo sarebbe stata la loro poca praticità con lo smercio della sostanza stupefacente; si sarebbero messi fin troppo in vista attirando alla fine le attenzioni degli agenti che perlustravano la zona con pattuglie civetta servendosi quindi di poliziotti in borghese. Gli arresti sono stati fermati e accompagnati in una cella del carcere di  Gazzi, in attesa di essere interrogati dal magistrato che si occupa del caso. I legali di Garofalo e Palumbo hanno già chiesto per i propri assistiti la scarcerazione e non si esclude che oggi stesso possano tornare entrambi in libertà. 

Leave a Response