Alì T., peregrinatio della reliquia della Beata Morano

ALI’ TERME -Ha preso il via oggi da Alì Terme la peregrinatio della reliquia della Beata Maddaleno Morano, il cui corpo incorrotto è custodito presso l’Istituto delle figlie di Maria Ausiliatrice, che farà il giro della Sicilia per giungere in Piemonte sino a  Chieri, paese che ha dato i natali alla suora salesiana venerata. La reliquia, il bulbo di un’occhio di Madre Morano, oggi è stata accolta nella chiesa S. Maria del Carmelo di Scaletta Zanclea, dove è giunta al termine di un momento di preghiera che ha avuto luogo nella chiesa dell’Istituto aliese. E’ la prima di tante tappe che si susseguiranno per un anno intero, fino al 2008, che scandiranno un lungo cammino di fede messo a punto in occasione delle celebrazioni del centenario della morte di Madre Morano (26-03-1908), prima Ispettrice delle suore salesiane in Sicilia, beatificata a Catania da Papa Giovanni Paolo II il 5 novembre 1994. I fedeli giunti nel pomeriggio ad Alì Terme hanno potuto visitare, tra l’altro, anche la cameretta dell’istituto in cui ha vissuto la Beata. Una piccola stanza al piano terra, separata solo da un piccolo corridoio dalla chiesa dove la suora si recava a pregare. Accanto al letto con la tendina, l’inginocchiatoio personale della Beata. Le celebrazioni del centenario hanno preso il via ufficialmente domenica scorsa con una solenne concelebrazione eucaristica, presso l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Alì Terme officiata dall’arcivescovo di Messina, mons Calogero La Piana. Hanno concelebrato l’ispettore dei salesiani di Sicilia, Don Luigi Perrelli e Don Carmelo Umana. Nel pomeriggio tutte le suore si sono spostate nella casa di Acireale dove c’è stato un recital che ha concluso la giornata. I festeggiamenti iniziati nella cittadina termale, dove riposa il corpo della Beata, si concluderanno l’anno prossimo a Catania, presso la casa ispettoriale di Via Caronda.

Leave a Response