”Taormina una calamita per il turismo siciliano”

TAORMINA – “Taormina una calamita per il turismo siciliano, vuole essere, anche, protagonista sul piano delle proposte legislative”. E’ quanto annunciato dall’assessore al Turismo di Taormina, Salvo Cilona, nel corso della conferenza stampa tenuta oggi, 26 marzo, nella sala di rappresentanza del Comune a Palazzo Corvaja. Il suo è stato un messaggio lanciato nell’ambito di un incontro-stampa che l’amministrazione taorminese ha organizzato per rendere noti i dati raccolti nelle ultime fiere internazionali (Milano, Berlino e Mosca) e per sottolineare la posizione di Taormina nel mondo dell’industria delle vacanze in Sicilia. “Insieme con gli operatori del settore –ha precisato Cilona- intendiamo chiedere, per iniziare, interventi per il controllo dei B&B e per la riduzione dell’IVA nel turismo”.
Ai giornalisti presenti, tra l’altro, l’amministrazione comunale ha fornito particolari sull’imminente festival del cinema: Taormina Arte è stata invitata al Festival del cinema di Parigi che si terrà il prossimo 15 aprile. “Nella capitale francese – ha reso noto l’ufficio stampa di Taormina Arte- sarà presente Peppuccio Tornatore. Nell’occasione sarà presentato il programma del festival di Taormina ed in particolar modo il settore che vedrà protagonista il regista di Bagheria. Una parte della manifestazione – è stato precisato – sarà dedicata al premio oscar siciliano del quale sarà presentato tutto quanto prodotto: spot pubblicitari, cortometraggi, film ed anche cose mai viste. Tornatore, inoltre, a Taormina, terrà una lezione di cinema”.
“A proposito di Turismo e cultura, vale a dire cinema, mostre, grandi spettacoli – ha dichiarato il vice sindaco, Eligio Giardina – è vero che l’amministrazione comunale intende investire in questo settore con la certezza che puntando su questo campo si può migliorare l’immagine della città in campo turistico ed attirare nuove correnti di visitatori in maniera tale da allungare la stagione e riempire i mesi invernali”.
Le Borse internazionali, è stato confermato, hanno evidenziato il primato turistico di Taormina in campo regionale. “I nostri stand – ha detto Cilona – sono stati come calamite è sono riuscite ad attirare l’attenzione di gran parte degli operatori che cercano, al sud d’Italia, mète capaci di soddisfare le esigenze dei turisti che, sempre di più chiedono servizi e qualità, arte, enogastronomia, tradizione”. Un dato questo che è venuto alla luce, prepotentemente, a Mosca. “La Russia è un mercato da 35 milioni di viaggiatori al quale gli albergatori taorminesi – ha detto Giuseppe Trefiletti, presidente degli albergatori – ormai da tre anni, dedicano grande attenzione. Si tratta di turisti disposti a spendere e che acquistano pacchetti di sette giorni contro i due-tre di quelli dei mercati tradizionali”.
“Taormina è una delle località più gettonate. Per questo –ha detto Giardina- l’amministrazione s’impegna a fare tutti gli sforzi per migliorare i servizi, intervenire sul traffico per rendere la città più vivibile. Alla luce dei dati raccolti nelle Borse, però, è indispensabile che gli operatori locali – ha continuato il vice sindaco – imparino a spendere per migliorare l’immagine della città che è patrimonio della Sicilia”.            

Leave a Response