Furci. Tentato omicidio, processo a 4 extracomunitari

FURCI SICULO – E’ iniziato questa mattina al Tribunale di Messina il processo a carico di 4 extracomunitari accusati di tentato omicidio ai danni di un cittadino italiano di origini marocchine e di presunta violenza sessuale ai danni della moglie di quest’ultimo. I fatti contestati risalgono al   2004 e raggiunsero il culmine il mattino del 23 maggio nello spiazzo antistante la villa comunale alla periferia sud di Furci Siculo, dove i quattro imputati, difesi dall’avvocato Francesco Traclò di Messina, malmenarono il cittadino italiano di origine marocchina. I coniugi si sono costituiti parte civile e sono difesi dall’avvocato Massimo Principato di S. Teresa di Riva. Questa mattina dinnanzi ai giudici del tribunale di Messina (presidente Faranda) sono stati sentiti i primi testimoni, due carabinieri in forza presso la stazione di S. Teresa di Riva, intervenuti alla villa comunale di Furci, arrestando i quattro extracomunitari, adesso accusati di tentato omicidio, violenza sessuale, porto d’armi abusivo, minacce e lesioni. Il processo è stato poi rinviato al 28 giugno per sentire le persone offese.

Leave a Response