Taormina. Teatro Greco a rischio chiusura per sciopero

TAORMINA – Domani, il sindaco di Taormina, Carmelantonio D’Agostino, incontrerà a Palermo, l’assessore regionale ai Beni Culturali Lino Lenza. “Ho chiesto questo incontro –ha spiegato il primo cittadino-  perché Taormina ha bisogno di accertare la possibilità di ottenere finanziamenti  per migliorare la sua offerta turistica e culturale e, quindi, potenziare la sua immagine. E’ una necessità che illustrerò all’assessore tenendo conto, anche, delle possibilità offerte da una serie di leggi regionali e da alcuni bandi pubblicati dalla regione in questi giorni”. Nel corso dell’incontro, D’Agostino affronterà anche il problema della gestione dei siti archeologici di cui Taormina è ricca. “Intendo capire, insieme all’assessore  –prosegue il primo cittadino- se esiste la possibilità di guardare alla fruizione di beni di grande interesse culturale e turistico, quali il Teatro antico e l’Isolabella, non solo dal punto di vista del numero dei visitatori ma, soprattutto, da quello della qualità”. A proposito del teatro Antico e della sua fruizione, intanto, ha creato particolare preoccupazione la possibile agitazione dei lavoratori del personale proprio a ridosso delle festività di Pasqua, vale a dire ad inizio di aprile. “La notizia –dice D’Agostino- non ha mancato di destare allarme nell’amministrazione e nelle categoria produttive della città. Non c’è dubbio che il Teatro Antico è una delle maggiori attrattive della città, un sito che non può restare chiuso proprio quando maggiore è la richiesta turistica”. Secondo Clara Croce della Funzione Pubblica della Cgil di Messina: “Alcune decisioni del governo regionale, hanno determinato una anomalia all’interno dei siti archeologici, specie quelli di Taormina, Tindari e Giardini Naxos. Chiediamo un immediato confronto per ristabilire una situazione di normalità e di rispetto dei siti, dei lavoratori e dei cittadini che devono poter fruire dei beni della nostra terra. Se non si troveranno sbocchi –aggiunge-  a ridosso delle festività pasquali, la situazione non potrà che peggiorare anche perchè i lavoratori sono pronti allo sciopero generale”.  “Con l’assessore Lenza –conclude D’Agostino- cercherò di capire se veramente esiste il rischio di chiusura del Teatro Antico a Pasqua”.

Leave a Response